In questo articolo esploreremo le motivazioni che sottendono la scelta di un cane di razza da parte di un futuro proprietario. In particolare, analizzeremo le ragioni per cui scegliamo una specifica razza ed infine ti darò qualche indicazione su come scegliere il TUO futuro CANE.

Ovviamente, anche chi adotta un meticcio segue delle spinte e delle motivazioni altrettanto forti, ma ti parlerò di questo in un prossimo articolo.

La maggior parte dei proprietari sceglie un cane di razza in base a uno dei seguenti criteri :

  • valutazioni di tipo morfologico-estetico;
  • moda e tendenze del momento;
  • sistema simbolico e di valori associati a quella determinata razza.

Così, a volte l’Husky viene scelto per i suoi ipnotici occhi azzurro ghiaccio, il Samoiedo perché  ha un bel pelo bianco e morbido come i fiocchi di neve oppure ancora il chow chow perché ha l‘aspetto tenero come quello di un cucciolo di leoncino.

Alcuni di noi sono influenzati, invece, dalla moda, spesso lanciata da un film o da una pubblicità che ha come protagonista un cane così com’è stato per Lessie, Rex, Pongo de “La carica dei 101”, Hachicko, Marley che hanno indotto l’aumento delle vendite di Collie, Pastori Tedeschi, Dalmata, Akita e Labrador, in base al periodo. Così come  il Border Collie di quel famoso spot di una compagnia telefonica o il bracco del portale delle polizze assicurative hanno contribuito alla diffusione del cane da pastore inglese e del Weimaraner, noti fino ad allora prevalentemente agli specialisti. Altre volte, a dettare le tendenze sono personaggi famosi come lo è stata Paris Hilton con i suoi griffatissimi chihuahua.

C’è infine chi acquista un cane per i valori e le associazioni collegate a questa particolare razza . Ci sono cani come il pastore tedesco associate a un’immagine di intelligenza, sicurezza, difesa, o razze come l’american staffordshire terrier che rimandano a un’immagine di virilità e di sfrontatezza, altre, come il lupo cecoslovacco, anch’esso in crescita secondo le statistiche Enci, associato al senso di indipendenza e allo stato selvaggio. Insomma, il cane, talvolta, diventa veicolo per trasmettere al mondo l’immagine che abbiamo di noi stessi o quella che vorremmo che gli altri avessero di noi.

Concludendo, voglio precisare che non tutti coloro che scelgono un cane di razza lo fanno necessariamente rifacendosi ad uno di questi criteri, ma indubbiamente la maggior parte dei proprietari fa scelte riconducibili ad almeno uno di questi, che ne sia consapevole o meno. 🙂

Sicuramente tutte e tre queste modalità hanno un limite che è quello di non basarsi su un criterio logico-razionale e dunque ci possono spingere verso la scelta di una razza non propriamente compatibile con noi e col nostro stile di vita.

Ma allora ti chiederai, su che basi dovrei scegliere un cane?

Prima di continuare, se ti interessano i miei articoli puoi iscriverti alla newsletter, mando circa una mail al mese e puoi rimanere sempre aggiornato sugli ultimi articoli.

Ma ora torniamo a noi!

Se non hai in mente un’attività in particolare che vuoi praticare col tuo cane: caccia, sport cinofili, guardia del gregge, ecc. , prendi in considerazione anche la scelta di un meticcio, mediamente sono più resistenti e più longevi.

Se vuoi, invece, una razza specifica, dovresti farti le seguenti domande:

  • di quanta attività giornaliera ha bisogno quel cane?
  • è compatibile con la presenza di bambini piccoli/anziani/altri cani, gatti, ecc. (se ne hai)?
  • è compatibile col mio stile di vita?

Se hai 2 bambini in età neonatale e non hai tempo di portare fuori il cane o di farlo giocare, perché hai troppi impegni tra casa, lavoro, ecc., forse per esempio una razza che necessita di svolgere una buona dose di attività giornaliera potrebbe non essere quella adatta a te in questo momento. Così invece lo stesso cane, potrebbe essere perfetto per una persona che tutti i giorni ama fare lunghe camminate nella natura. Se prendiamo come esempio anche un cane fantastico e con un grande spirito di adattamento come il labrador, che è pur sempre un retriever, ovvero un cane selezionato per lavorare per ore all’aria aperta, puoi immaginare come cambi radicalmente la sua qualità della vita passando dal primo al secondo contesto.

Se ami viaggiare e portare con te il cane, sarebbe opportuno fare una valutazione sulla taglia del cane. Se ti sposti in auto, hai un portabagagli abbastanza grande dove poter posizionare un trasportino? Se vuoi viaggiare in aereo, sicuramente un cane sotto gli 8-10 kg è più facile portarlo in cabina con te.

Non sei assolutamente disposto ad avere del pelo in casa? Allora piuttosto che doverti separare dal cane lasciandolo giornate intere da solo in giardino per un errore di valutazione, ti suggerisco di informarti prima su quali sono i cani che ne perdono meno e tra questi ti escludo subito il cocker americano 😉 visto che sono costantemente ricoperta dalla massa di peli biondi del mio ;-).

Se hai un altro cane o gatti dovresti valutare se la razza che scegli è compatibile con la presenza di altri animali e se lo è in particolare con quel soggetto che hai in casa. Se ad esempio hai uno shi-tzu anziano, magari un cucciolo di pitbull potrebbe essere troppo irruento e fisico per lui, ammesso che da adulti possano andare d’accordo, ma la cosa potrebbe farsi complicata.

Potrei farti tanti altri esempi ma non voglio dilungarmi. Come avrai capito, non esiste la razza giusta ma alcune razze più compatibili con te con il tuo stile di vita e altre meno e, fare la giusta scelta, ti permette di non avere problemi o sorprese in futuro.

Una volta scelta la razza adatta a te, dovrai scegliere il giusto allevamento e selezionare il soggetto migliore per te ma questo argomento richiede un approfondimento ulteriore che tratterò con piacere prossimamente.

Ora armati di carta e penna, poniti le giuste domande e preparati a scegliere il tuo cane! 🙂

Se l'articolo ti è piaciuto, ti invito a condividerlo e a lasciare una tua recensione a 5 stelle sulla pagina FB Magic Black Dogs, sai quanto è importante il tuo gesto per sostenere questo lavoro. ❤️☺️