fbpx

Enter your keyword

Perchè i corsi per cani non funzionano

addestramento cane

Molti proprietari di cani, sono delusi dai corsi di addestramento e pensano che non servano a nulla, perchè non hanno ottenuto risultati.

Purtroppo, non è colpa loro. Ci sono dei metodi che non sono efficaci. Vediamo nel dettaglio i pro e i contro.


I metodi in uso attualmente sono tre e hanno queste specifiche caratteristiche.

 

  • METODO  DI ADDESTRAMENTO TRADIZIONALE (o COERCITIVO)
    Non si basa sull’analisi e la conoscenza del cane, né delle cause che possono generare i problemi di comportamento.  Si focalizza sul modificare il sintomo (comportamento problematico), senza preoccuparsi di rimuovere la cause. Inoltre in questo metodo non è considerata l’importanza cruciale della pratica di prevenzione dello sviluppo di comportamenti anomali.

    Es. un cane che fa pipì in casa potrebbe farlo perchè: non gli è stato insegnato, non va abbastanza fuori, ha un problema di salute, è fobico, cerca di attirare l’attenzione, vive una situazione di stress, è geloso dell’arrivo di un altro animale, ecc.

Nell’addestramento tradizionale, si punisce fortemente il cane affinchè abbia paura di ripetere il comportamento. Le conseguenze sono che l’animale può aver paura di fare la pipì anche al parchetto.  E soprattutto, non avendo rimosso la causa, presto la manifesterà attraverso un nuovo comportamento problematico (es. scavare buche in giardino, ecc.)

 

  • METODO ZOO-ANTROPOLOGICO o altri metodi New Age

Si basano quasi esclusivamente sull’analisi e la conoscenza del cane.  Quindi, per tutta la durata (lunghissima) del corso, si analizza il cane o un eventuale suo problema e lo si accetta come qualcosa di immodificabile.

Vi è un forte sbilanciamento, apparentemente verso il cane, a svantaggio del proprietario. In realtà, anche l’animale ne rimane penalizzato, perchè non viene incentivato a sviluppare le sue capacità intellettive e a diventare un soggetto abile e affidabile, da poter godere della fiducia dei proprietari.

Secondo questi metodi, insegnare al cane dei comandi, seppur con tecniche gentili, è un modo per renderlo schiavo. In conseguenza di ciò, l’animale a cui non viene insegnato a tornare al richiamo mette a rischio la sua vita o la vita degli altri, causando indirettamente incidenti. Tutto ciò in nome di un principio di libertà poco realistico e dannoso, dove l’aspetto filosofico conta più del benessere e della vita del cane e di chi lo circonda.

 

  • METODO GENTILE PURO
    Si basa sull’insegnare al quadrupede tanti comportamenti per mezzo di rinforzi positivi, come cibo, gioco e carezze. Questo metodo non prevede alcune forma di punizione, contrariamente al metodo coercitivo, quindi è non genera timore nel cane ma stimola uno spirito collaborativo.

Contrariamente al metodo zoo-antropologico che rimane affossato nell’analisi della personalità del cane e delle sue emozioni senza mettere in atto cambiamenti, questo metodo invece produce delle modifiche comportamentali visibili nel cane.

E’ il migliore dei tre senza alcun dubbio, sebbene abbia qualche limite, che non lo renda, secondo me ancora completo. A volte, le emozioni del cane non vengono prese in considerazione quanto l’aspetto cognitivo, sebbene siano un elemento importante per creare delle strategie educative efficaci.

 

Il METODO MAGIC BLACK DOGS è una mia personale evoluzione del metodo gentile puro: rispetto a questo, dò un maggiore spazio all’analisi delle emozioni del cane e ai suoi istinti tipici di razza, finalizzata a un più efficace risultato in termini educativi.

Inoltre, nel mio metodo aggiungo una componente assente sia nel metodo gentile puro, sia negli altri: la fase di coaching del proprietario. Lo  motivo e lo guido verso il cambiamento di un’impostazione mentale più funzionale alla creazione di un rapporto armonioso e complice col proprio cane

Il metodo Magic Black Dogs è il primo in Italia a offrire anche l’ausilio di un videocorso con tutte le lezioni che si svolgono dal vivo, in modo da dimezzare il numero di incontri necessari e il tempo per il raggiungimento di risultati ancora più soddisfacenti.