Enter your keyword

FAQs

LE DOMANDE FREQUENTI

  1. Quale è l’età migliore per educare il cane? Due mesi, se abbiamo la fortuna di prenderlo da cucciolo, altrimenti non appena varca la soglia di casa. Un corso di educazione di base ti permette di apprendere molte cose sul tuo cane e di imparare a gestirlo per condividere insieme una vita felice.
  2. Perchè il mio cane tira al guinzaglio? Le cause di solito sono multifattoriali: collare o guinzaglio non adatti al cane, insegnamento involontario da parte nostra, ormoni sessuali, noia, ansia, mancanza di comunicazione col conduttore.
  3. E’ giusto far dormire il cane nel letto? Non vedo controindicazioni di tipo educativo in questa abitudine. L’importante è essere coerenti: letto sì o letto no.
  4. Per adottare un cane è necessario avere un giardino? No, il cane non ha bisogno di un giardino ma di contatto sociale. Fido vive benissimo in casa, ma è importante che durante la giornata siano contemplati dei momenti in cui l’animale, in maniera commisurata all’età e alla razza, svolga delle attività all’aria aperta insieme a te.
  5. Quale è la razza più intelligente? Ci sono razze con un’intelligenza obbeditiva più elevata rispetto ad altre, ma nell’ambito della stessa, meticci compresi, c’è una componente di soggettività piuttosto elevata. Nella mia esperienza personale i cani più obbedienti sono quelli più sereni e ha sviluppato una relazione armoniosa col proprietario.
  6. Cane meticcio o di razza? I meticci sono cani generalmente longevi, si ammalano poco e sono spesso molto intelligenti. Se però decidi di acquistare un cane di razza, ti suggerisco di valutare le predisposizioni specifiche della razza per capire se sono compatibili col tuo nucleo familiare e col tuo stile di vita.
  7. Come faccio a scegliere un buon allevamento? Un buon allevamento è situato in una zona non troppo silenziosa ma esposta a diversi stimoli sensoriali, meglio se in un contesto domestico cosicchè gli animali si abituino sin da subito alla casa. Ti consiglio di scegliere un allevamento che accetta di essere visitato anche più volte prima di prendere un cucciolo e di farti conoscere almeno il padre e la madre del cucciolo. L’ideale è che i cuccioli siano sottoposti a stimolazione neonatale precoce e che abbiano modo di interagire entro i primi 2 mesi di vita con umani di diverse fattezze ed età. Un buon allevamento non chiede un ricarico sul prezzo d’acquisto del cucciolo qualora venga richiesto il pedigree ed è fiero di mostrare certificati che attestino l’esenzione da malattie genetiche diffuse e specifiche di razza.
  8. A cosa mi serve il pedigree? Il pedigree è un certificato rilasciato in Italia dall’ENCI (Ente Nazionale della Cinofilia Italiana) e certifica l’iscrizione ai Libri Genealogici. Su di esso sono riportati la razza, i dati anagrafici dell’allevatore e del proprietario e i dati genealogici. Sebbene non ci dia tutte le garanzie che fornisce il pedigree all’estero, esso certifica quanto meno che quel cane non ha subito immeticiamenti.
  9. Meglio la pettorina o il collare? Sicuramente meglio una buona pettorina che un collare o addirittura di un collare a scorrimento (strangolo), sia per motivi di tutela della salute del cane che per fini educativi.
  10. E’ vero che il collare a strangolo insegna al cane a non tirare? Spesso il cane che indossa il collare a strozzo tira ancora più al guinzaglio paradossalmente per liberarsi dal fastidio che questo gli procura. In ogni caso, questo tipo di collare, che io sconsiglio vivamente, può procurare danni piuttosto gravi alla salute del cane.
  11. A cosa serve il microchip? ll microchip è un piccolo dispositivo elettronico che viene inserito dal veterinario sotto la pelle del collo tramite un’iniezione. Al suo interno sono memorizzati i dati del cane e del proprietario. Quando un cane si smarrisce, o viene rubato è possibile rintracciare il proprietario grazie al microchip. L’applicazione del microchip è obbligo di legge e ogni cane va microchippato entro i due mesi di vita e comunque entro 30 gg dall’entrata in possesso.
  1.  Perchè devo vaccinare il mio cane? La vaccinazione del cane è un importante strumento profilattico che garantisce al tuo amico la protezione da varie patologie. Infatti, la protezione di origine materna che avviene tramite l’assunzione del colostro, dura meno di tre mesi, per questo, i programmi vaccinali iniziano attorno ai due mesi d’età e sono completi verso il terzo mese. Tra i vaccini più diffusi ci sono quelli contro le seguenti malatti: parvovirosi canina, leptospirosi, epatite infettiva canina, filariosi cardiopolmonare, cimurro, bronchite infettiva e rabbia. E’ importante però trovare un giusto compromesso tra la protezione del cane e la sua socializzazione perché le due eta’ di interesse coincidono ed è fondamentale che tra i 2 e i 3 mesi il cane socializzi con i suoi simili per diventare un adulto equilibrato
  1. Faccio bene a sgridare il cane quando non obbedisce? Assolutamente no perché un cane che non obbedisce non ha compreso davvero quello che gli stai chiedendo. Un cane a cui è stata insegnata l’obbedienza in maniera professionale è facilmente gestibile e non avrai bisogno di entrare inutilmente in conflitto con lui.
  2. Il mio cane non torna al richiamo, perché? Semplicemente perché non gli è stato insegnato o gli è stato insegnato con tecniche rudimentali. Tutto può essere appreso, anche un perfetto richiamo in presenza di distrazioni esterne.
  3. Il mio cane è abbastanza obbediente, ma in presenza di altri cani non mi ascolta, perché? Succede molto spesso quando mi portano dei cani, se siamo da soli coi nostri cani è più facile che ci ascoltino ma in presenza di distrazioni quali bambini, cibo, altri cani è necessario aver fatto un lavoro specifico di addestramento avanzato.
  1. Di quante ore di sonno necessita un cane? Tante, è bene infatti posizionare la cuccia in un luogo silenzioso della casa per consentire al cane di dormire tutte le volte in cui ne ha bisogno.
  2. Quanto e come posso far giocare il mio cane? Il gioco è un’attività fondamentale durante l’intero corso della vita del tuo cane. Esistono giochi diversi con scopi diversi, tra questi la ricerca olfattiva, la caccia, la competizione e i giochi di attivazione mentale. La dose di gioco per il tuo cane dipende dall’età e dalla razza.
  3. Come mai il mio cane morde? Le cause possono essere molteplici; una visita da un educatore con esperienza comprovata in rieducazione può sicuramente aiutarti a capire e a risolvere il problema.
  4. Il mio cane attacca gli altri cani, come posso aiutarlo? Per cominciare, puoi tenerlo lontano dagli altri cani in maniera da non esasperare il cane e da non rinforzare ulteriormente tale comportamento. Anche in questo caso poi ti suggerisco un incontro con un educatore con lunga esperienza in rieducazione per risolvere il problema.
  5. Non riesco a lasciare il cane da solo in casa altrimenti abbaia e distrugge tutto, cosa posso fare? Abitualo a stare senza di te per pochi minuti e man mano allunga progressivamente i tempi senza enfatizzare il gesto di lasciarlo solo e nemmeno il tuo rientro. Se non basta rivolgiti ad un educatore con lunga esperienza in rieducazione comportamentale.